La natura. Inconsapevole

Proviamo a chiudere gli occhi, qual è un angolo romantico, un luogo perfetto dove vorreste rifugiarvi in questo momento?

PROVENZA2Credits Ph. FAITHFULLTHEBRAND.COM

E’ una giornata soleggiata, luminosa. Tanto che dovrò schermare gli occhi con un cappello di paglia a tesa larga, ma è talmente bello stare fuori!  Anche perchè, in questo periodo, la primavera si mostra nei suoi colori più vivi, più reali e nel suo dolce e piacevole tepore del mattino. Credo che farò colazione qui, nel dehor, e poi mi stenderò all’ombra di uno di questi grandi ulivi e finirò di leggere il mio libro. Sento il profumo di lavanda poichè ne ho raccolta un po’, lo trovata proprio accanto alla siepe e ne ho riposto un rametto, schiacciato, tra le pagine del libro così, mentre leggo e sfoglio le pagine, ne avverto la fragranza fresca e pulita.

Il cinguettio di chi abita questo luogo me ne fa comprendere il rispetto. Alzo lo sguardo verso il cielo terso per riuscire a vederlo. Shhh…è lì, tra i rami. Lui è a casa sua. E mentre seguo il suo volo, noto il contrasto che il blu del cielo crea col verde delle foglie appena germogliate, un verde tenue ma brillante, fresco di rugiada.

PROVENZA6Credits. Ph. Havenin.com

Anche le persiane delle finestre che aprono verso l’esterno, sono in armonia con i colori della natura circostante, perché la luce entri nelle stanze di una suggestiva residenza di campagna, in perfetto stile Country Chic.  Mi siedo sull’erba fresca, appoggio la schiena ad un albero grande e imponente, che poco prima ho abbracciato e che si trova proprio di fronte alla casa. Il prato sul quale mi siedo è morbido, come fosse un tappeto. L’erba è leggermente umida, è profumata come dopo una pioggia sferzante di primavera  che mi regala un non so che di energico, di frizzante.

FAITHFULL1

Credits Ph. Faithfullthebrand.com

Credo che passerò la mattinata qui, dopo di che farò un giro in bici in cerca di fiori di campo e di aromi, e lascerò che il vento mi scompigli i capelli, che mi arrivi più forte sul viso e mi regali, potente, il senso di libertà. Raccoglierò i gelsomini e la lavanda, li porterò in casa, in questo rifugio romantico, così da sentirne il profumo ogni volte che ne avrò desiderio.

Riapro gli occhi. Naturalmente sono qui, a casa, come tutti voi. Io, peraltro abito in città! Ma appena tornerà tutto alla normalità, vorrò ascoltare la natura, guardarne i suoi colori che giorno dopo giorno mutano, inconsapevole di tutto il resto.  Sarà incredibile apprezzare, riappropriarmi di ciò che prima davo per scontato, come il cambiare della natura nelle stagioni, che ogni volta è un miracolo, ma come tutte le cose sfocano, se viste da troppo vicino.

C’è un’iniziativa  per supportare le piccole e medie imprese nel settore del turismo molto colpite da questa situazione di crisi. Vi riporto al sito.

Andrà tutto bene!

 

 

By Susy

 

2 Replies to “La natura. Inconsapevole”

  1. Anonimo ha detto:

    Stupendo 😌

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com